Come togliere lo smalto gel

Che si abbia l’abitudine di andare dall’estetista o si opti per il fai-da-te, lo smalto in gel è, senza alcun dubbio, la soluzione migliore per tutte coloro che proprio non sanno rinunciare ad avere le unghie perfettamente curate e, perché no, con un tocco di colore.

Ma come togliere lo smalto in gel? Proprio questo è uno degli interrogativi ricorrenti tra le donne che hanno deciso di optare per tale tecnica. Vediamo, dunque, di scoprire quali sono i prodotti migliori per togliere lo smalto in gel e, soprattutto, come può essere tolto senza rovinare l’unghia. In ultimo, vedremo di scoprire qualche errore fondamentale da non fare assolutamente per non rovinare le unghie.

Smalto in gel: i prodotti per rimuoverlo

Prima di iniziare a togliere lo smalto gel, è necessario procurarsi due lime, una con grana morbida ed una, invece, con grana dura. Ovviamente, non può mancare neanche l’acetone puro ed un piccolo bastoncino.

La modalità di rimozione dipende dall’obiettivo che si vuole raggiungere. Se, ad esempio, si ha intenzione di rimuovere per intero la copertura è necessario fare un lavoro molto approfondito. Nel caso in cui, invece, si avesse intenzione di rimuovere solo una parte per poi riapplicarla, sarà sufficiente intervenire in maniera non troppo invasiva. Per rimuovere definitivamente lo smalto in gel la soluzione migliore è rappresentata dall’acetone.

In commercio si ha la possibilità di acquistare una vasta gamma di prodotti tutti a base di acetone. Proprio l’acetone, infatti, è l’unica sostanza capace di sciogliere lo smalto e, dunque, di rimuoverlo. Un’alternativa molto interessante è rappresentato dal nail cleaner.

Anche in questo caso, abbiamo a che fare con un prodotto a base di acetone che, però, è davvero poco invasivo e, dunque, consente di rimuovere lo smalto senza alcun genere di rischio per le unghie. La rimozione avviene in maniera molto delicata e consente di tenere sotto controllo i vari strati di gel e di fermarsi non appena arrivati all’ultimo.

Per operare nel modo più professionale possibile, è indicato anche dotarsi di un disinfettante, da applicare sulle unghie subito dopo la rimozione del gel, un olio per cuticole, da dare alla fine della manicure attorno all’unghia sia per ammorbidire le cuticole sia per lucidare le unghie, e, volendo, uno smalto rinforzante (in commercio ce ne sono davvero tanti) o una base alla cheratina.

Come togliere lo smalto in gel senza rovinare le unghie

Se si vuole eliminare solo una parte dello smalto in gel per pori riapplicarlo, in primo luogo, con la lima dura si dovrà rimuovere lo smalto in eccesso, facendo attenzione a non limare anche la pelle. In seguito, si può procedere con la rimozione del gel, fermandosi all’ultimo strato e, ovviamente, senza toccare l’unghia. Solo a questo punto, si potrà riapplicare lo smalto.

Per rimuovere definitivamente gel, invece, bisognerà mettere dell’acetone in un apposito contenitore nel quale inserire le mani, ovviamente una alla volta. L’acetone serve per ammorbidire il gel e per rimuoverlo facilmente con l’aiuto del bastoncino. In merito a questo procedimento, è quanto mai fondamentale tenere conto che deve essere effettuato mentre le mani sono ancora immerse nell’acetone poiché il gel a contatto con l’aria di solidificherebbe di nuovo e sarebbe decisamente impossibile da rimuovere.

La pazienza è quanto mai importante: non sempre è facile rimuovere lo smalto in gel e, quindi, sarà necessario dedicare tempo alla fase della rimozione.

Ecco, di seguito, tutto il procedimento, step by step, per capire chiaramente come togliere lo smalto gel.

  1. Passare la lima più spessa sulla superficie dell’unghia, utilizzandola sempre nello stesso verso con l’obiettivo di togliere il primo strato più spesso di gel. Limare delicatamente, senza spingere troppo.
  2. Utilizzare l’altra lima, quella più leggera, per togliere ancora maggiore smalto, ma stare particolarmente attenti perché si rischia di levigare anche la superficie dell’unghia stessa, cosa che potrebbe essere ben dannosa perché rovinerebbe lo strato dell’unghia.
  3. Disinfettare lo strato dell’unghia con un po’ di disinfettante.
  4. Cospargere il cotone imbevuto di solvente sopra le unghie: noterete uno strato leggerissimo di gel, che consigliamo di lasciare piuttosto che rovinare l’unghia (andrà via, man mano, con il tempo nel giro di qualche settimana).
  5. Se necessario, disinfettare ulteriormente.
  6. Ora prendere lo spingicuticole e togliere, delicatamente, gli ultimi residui di gel colorato sull’unghia.
  7. Massaggiare le unghie e le cuticole con l’olio per cuticole.
  8. Eventualmente lucidare la superficie dell’unghia con uno smalto rinforzante alla cheratina o lasciarle al naturale.

Un altro metodo consiste nell’utilizzo della fresa modalità sicuramente più veloce, ma più invasiva, nel senso che bisogna essere davvero esperte e attente e non danneggiare l’unghia perché la fresa elettrice potrebbe causare anche piccoli traumi dell’unghia.

Gli strumenti migliori per togliere lo smalto gel: offerte e promozioni

Le lime: la scelta della lima è fondamentale, perchè sia la sua texture che la pressione che eserciterete sull’unghia non dovranno rovinarne la struttura. Scegliete, quindi, lime professionali di qualità, ma convenienti!

Il disinfettante per unghie: può essere usato non solo per la rimozione del gel, ma in qualsiasi contesto beauty, ad esempio dopo aver lavorato le cuticole, per disinfettare sia l’unghia che la pelle attorno.

Le salviette di cotone: utili anche per rimuovere lo smalto tradizionale

Il solvente: da tenere sempre a portata di mano, per eliminare ogni imperfezione con lo smalto

Lo spingicuticole: importante per togliere eventuali pezzetti di smalto rimasti e procedere alla classica manicure

L’olio per cuticole: in commercio ce ne sono di tanti tipi e profumazioni. Ecco i migliori.

Il rinforzante alla cheratina: per dare subito all’unghia l’opportunità di rinvigorirsi ed irrobustirsi

Tre consigli fondamentali dopo la rimozione del gel

  1. Quasi sempre le unghie, dopo la rimozione del gel, sono più deboli, quindi un suggerimenti consiste nell’usare un rinforzante o un prodotto curativo specifico, per rinforzarle immediatamente.
  2. Dopo aver tolto il gel, potete procedere alla classica manicure, dando alle unghie la forma che più vi aggrada, come quadrata, tonda, ovale a mandorla e così via.
  3. Cercate di lasciar riposare l’unghia, lasciandola al naturale, almeno qualche giorno, facendo un impacco rassodante e rinvigorente a mani e unghie: scegliete una buona crema mani, cospargetela abbondantemente su unghie e mani, indossate un paio di guanti da lattice e teneteli per qualche ora. Quando li toglierete, unghie e mani saranno più morbide, lucenti e sane.