Il fornetto per unghie

Abbiamo visto l’aspiratore per unghie, la fresa per unghie, i pennelli per unghie e nail art e i buffer per unghie.
Adesso vogliamo parlarvi di un altro strumento fondamentale utilizzato sia dalle professioniste del settore sia dalle più inesperte che operano in ambito domestico: il fornetto per unghie. In effetti sempre più donne, per motivi economici e di praticità, hanno iniziato a realizzare autonomamente a casa la propria manicure. Di conseguenza, il fornetto per unghie è diventato un oggetto di uso comune, facile e pratico da utilizzare.

lampada mista UV e LED accesa di colore rosa

A COSA SERVE

Il fornetto per unghie consente, in pochi minuti, di polimerizzare (ovvero asciugare) smalti specifici (gel o semipermanenti). Infatti è bene sottolineare che tale strumento non funziona sugli smalti tradizionali.

Ecco qui un esempio!

Di conseguenza, grazie all’utilizzo di questo oggetto, è possibile avere unghie perfettamente colorate per diverse settimane.
Quindi, se si possiede una buona dose di manualità e pazienza, il fornetto per unghie consente a ciascuna di voi di effettuare la propria manicure all’interno delle mura domestiche, accumulando così nel tempo un considerevole risparmio economico.
Infine, questo strumento consente di fissare le decorazioni di nail art per farle durare più a lungo.

COME SI USA IL FORNETTO PER UNGHIE

È bene specificare che l’utilizzo del fornetto per unghie è veramente molto semplice. In primo luogo, è necessario collegare il dispositivo alla corrente elettrica. Successivamente, dopo aver compiuto tutti i passaggi utili per preparare le unghie, è sufficiente stendere il prodotto che si desidera far asciugare. Dopodiché, bisogna accendere il fornetto per unghie attraverso l’apposito pulsante ed inserire la mano dentro l’apertura opportuna. Infine, occorre attendere pochi minuti e il gel o semipermanente specifico sarà asciutto.
Questa asciugatura rapida avviene grazie alla presenza, all’interno del fornetto per unghie, di bulbi o faretti che diffondono fasci di luce in grado di agire su tali smalti specifici.

COME PULIRLO

Sia che l’apparecchio venga impiegato in ambito domestico sia, a maggior ragione, che venga utilizzato all’interno di un centro estetico, è fondamentale curare la pulizia del fornetto per unghie. È molto facile: rimuovere la base dello strumento, spruzzarvi al di sopra uno spray antibatterico e asciugare con della carta. Ricordatevi di eseguire questa operazione anche sulla parte superiore del fornetto.

Se stai cercando uno spray efficace…

Questa pulizia deve essere realizzata in moda da togliere eventuali macchie di gel o smalto semipermanente, ma soprattutto per disinfettare lo strumento ed evitare di contrarre malattie delle unghie.

LE TIPOLOGIE DI FORNETTO PER UNGHIE

In commercio è possibile trovare tre diverse tipologie di fornetto per unghie. In particolare, esse sono:
1 LAMPADA LED: emette luce fredda e permette la polimerizzazione grazie alla presenza di faretti LED. Questa tipologia di strumento, al momento, risulta essere quello più all’avanguardia


2 LAMPADA UV: emette luce calda e l’asciugatura rapida degli smalti specifici avviene grazie ad alcuni bulbi che emettono radiazioni ultraviolette. Questa tecnologia è più “obsoleta”, in quanto fu la prima ad apparire in commercio

3 LAMPADA MISTA UV E LED: presenta al proprio interno sia faretti LED che una serpentina UV molto meno ingombrante rispetto ai tradizionali bulbi che ci sono nella classica lampada UV. Questa tipologia di fornetto combina gli aspetti positivi delle due tipologie precedenti (ad esempio, polimerizza senza fatica tutti i tipi di gel senza doversi preoccupare di impiegare specifici prodotti per la tecnologia LED o UV)

PER CONCLUDERE

Siamo arrivati al termine di questo articolo in cui abbiamo approfondito la conoscenza di un altro strumento fondamentale per avere una manicure perfetta.
Affrettati a trovare il fornetto per unghie a te più adatto e sperimenta!

 

PRODOTTI PER UNGHIE IN OFFERTASCOPRI I PRODOTTI SCONTATI -70%
+